Copertina articolo

Terza generazione ed acquisizioni

Caso dell’impresa Sapio Srl

di Giulia Ravaglia

Azienda Sapio è un‘ impresa familiare nata a Monza, guidata da Alberto Dossi e fondata dal padre Piero Dossi insieme a Pio Colombo nel 1922. L’azienda, produttrice d’ idrogeno e ossigeno, quest’anno compie 100 anni. Oltre al presidente Alberto Dossi, affiancato dal ceo Mario Paterlini, l’impresa è guidata dalla Terza generazione con: Maurizio Colombo, vicepresidente 1 e il nipote di Alberto, Andrea Dossi come vicepresidente 2, figlio di Alessandro Dossi (fratello di Alberto).

La terza generazione è quindi, alla guida dell’impresa familiare che fa capo alle due famiglie Colombo e Dossi.  Inoltre, l’azienda ha recentemente inserito nel board la prima donna, Melissa Schaeffer, come direttore finanziario di Sapio e vicepresidente esecutivo di Air Products, azienda americana che affianca Sapio ed è “leader mondiale nella produzione di idrogeno”; mentre Francesca Paludetti è capo del business development e segue le acquisizioni fuori dal board.

Il Made in Italy di Idrogeno e Ossigeno, Sapio vuole crescere

“Il segreto è sempre stato generare innovazione, mai avere paura di cambiare”.

Questo afferma Alberto Dossi, durante l’intervista di Alessandra Puato sul “Corriere della Sera.  L’industria familiare del made in Italy che produce oltre ad idrogeno e ossigeno, anche elio e azoto”, non ha paura di cambiare. infatti, oltre ad un aumento dei ricavi durante la pandemia (per la natura dei suoi prodotti) l’impresa ha “completato il passaggio da azienda padronale a manageriale” e punta ad una forte crescita per acquisizioni che negli ultimi due anni, sono state concluse: due in Germania, una in Spagna e un’altra in Francia, con un valore di 90 milioni di fatturato. L’obiettivo è concluderne almeno cinque, in particolare all’estero che oggi rappresenta il 20% dei ricavi.

I numeri dell’azienda

L’azienda Sapio lavora con una grande quantità di settori come quello chimico; petrolchimico, farmaceutico, agroalimentare, siderurgico, automotive, vetrerie, ceramiche e industria del cemento, possiede 25 stabilimenti tra Italia, Francia, Spagna, Germania, Slovenia e Turchia. In Italia, oltre all’apertura di recente impianto di biometano in Sicilia, sono in costruzione altri tre impianti, di cui due a Brindisi e Marghera, uno a Capogano, Monza. L’azienda chiude il bilancio 2021 con 700 milioni di ricavi con una posizione finanziari positiva per 70-80 milioni, con 2.240 dipendenti, aumentanti anche in Italia. Si prevede quindi per il 2022, investimenti industriali per 90 milioni.

Imagine di Roma

Crescita e collaborazioni grazie alle nuove acquisizioni

Per l’azienda Sapio, “l’idrogeno è il vettore del futuro”, è quindi fondamentale generare innovazioneall’interno di un’impresa prettamente familiare che vive da 100 anni. Le acquisizioni consentiranno crescita e nuove collaborazioni che Alberto Dossi ha già in programma, come con” Ferrovie del Nord per la stazione di rifornimento dei treni all’idrogeno di Alstom, in arrivo in Valcamonica”.

Related Posts

Leave a Comment