Copertina articolo

La successione generazionale nelle imprese familiari come equilibrio fra tradizione ed innovazione

Il caso della famiglia Antinori

di Giulia Ravaglia

Alessia Antinori, intervistata sul “Corriere della Sera da M. Sacchi, è vicepresidente dell’azienda vinicola Marchesi Antinori e “si impegna in prima persona alla successione generazionale, passando da tre (lei, le sorelle Albiera e Allegra) a sei nipoti”. L’azienda ha oltre sei secoli di tradizione, con un totale di 26 generazioni dal 1385.

L’impresa ha partecipato al gruppo internazionale Primum familiae Vini, progetto che ha “l’obiettivo di garantire la continuità familiare delle imprese”. Inoltre, gli Antinori hanno deciso di fondare un Trust familiare “Trust Piero Antinori” per rafforzare il rapporto tra la famiglia e l’azienda.

Come Alessia Antinori sostiene, “le imprese familiari sono un valore aggiunto per il nostro Paese” e hanno un ruolo cruciale “sotto l’aspetto sia economico che di solidità”, per due principali ragioni:

  1. L’impresa familiare, se mantenuta in famiglia, è l’espressione della trasmissione dei valori e della continuità per le generazioni future
  2. L’Italia si differenzia da altri Paesi per la sua storia e tradizione, ma anche per l’innovazione
“Storia, tradizione ed innovazione, se in equilibrio fra loro, sono aspetti fondamentali nell’impresa familiare e per le nuove generazioni che devono essere stimolate ad apportare l’innovazione nelle proprie aziende”

Le aziende familiari solide e strutturate sono quindi rappresentative del nostro Paese, riuscendo a produrre ottimi risultati nel medio e nel lungo periodo anche in situazioni critiche e di forte instabilità, come l’anno 2020 a causa della pandemia.

“Nell’instabilità i consumatori ricercano quei marchi storici che hanno sempre rappresentato la consistenza nella qualità del prodotto”

L’iniziativa di Primum Familiae Vini: un premio per le imprese familiari 

Con un premio di 100 mila euro, l’iniziativa Primum Familiae Vini ha lo scopo di incoraggiare le imprese familiari di tutto il mondo a “non arrendersi e continuare il proprio lavoro”. Un premio interamente finanziato dalle 12 aziende che costituiscono tale associazione e credono fortemente che le imprese familiari siano il fondamento sostenibile delle economie locali e regionali, le migliori sostengono l’individualità.”

Come il presidente dell’associazione Paul Symington afferma, moltissime aziende vinicole familiari scompaiono nel tempo:

“Questo comporta all’estinzione di una tradizione familiare, di una conoscenza generazionale dei vigneti e della vinificazione ma anche delle persone che sono state vicino al terreno”

L’azienda Maison Bernard ha vinto la prima edizione del premio. Matthijs Strick gestisce insieme al padre, con dedizione e difesa dei valori più ampi, il laboratorio di liuteria più antico d’Europa.

Per l’organizzazione Primum Familiae Vini, le imprese familiari hanno una visione a lungo termine con una profonda e particolare attenzione per la qualità dei propri prodotti, verso il proprio personale e dei clienti.

“Le buone aziende familiari rappresentano il meglio della responsabilità sociale, sono un’interpretazione più umana della libera impresa”

In conclusione

Per l’azienda vinicola Antinori, successione generazionale significa, trasmettere i valori e le conoscenze generazionali, attraverso il giusto equilibrio tra tradizione ed innovazione, lasciando spazio ai giovani per garantire “una visione ancora più innovativa ed internazionale”.

Related Posts